Come l'IA può aumentare la produttività e far crescere l'azienda

December 14, 2018 Maggie Holland

Il futuro: intelligenza artificiale e analisi dei dati

Se usate per affiancare l'uomo nello svolgimento delle sue attività anziché sostituirlo, l'intelligenza e l'automazione porteranno grandi vantaggi.

Nel report Cisco Transforming Businesses with Artificial Intelligence si legge che entro il 2035 le tecnologie IA aumenteranno la produttività aziendale fino al 40%. Le aziende che usano l'IA per liberare conoscenze e intelligenza avranno maggiori occasioni di profitto. La ricerca mostra come entro il 2020 le aziende insights-driven sottrarranno ben 1,2 trilioni di USD all'anno alle rivali meno informate. In altre parole, usata nel modo giusto, l'intelligenza artificiale ripaga l'investimento.

 

 

Molte aziende stanno notando come gli aspetti positivi superino di gran lunga quelli negativi. L'IDC prevede una spesa mondiale in sistemi cognitivi e intelligenza artificiale di 19,1 miliardi di USD del 2018. Un incremento del 54,2% all'anno. Secondo la società di analisi, entro il 2021 la spesa ammonterà a 52,2 miliardi di USD.

"L'interesse per l'intelligenza artificiale e la consapevolezza di quanto sia importante hanno creato un certo nervosismo. Ogni settore e ogni azienda dovrà valutare l'impatto dell'IA sui processi aziendali e sull'efficacia ai fini della commercializzazione", afferma David Schubmehl, direttore della ricerca per i sistemi cognitivi/l'intelligenza artificiale presso l'IDC.

Il futuro dell'intelligenza artificiale e dell'analisi dei dati

Si stima che entro il 2020 più di 30 miliardi di dispositivi saranno collegati all' IoT. Non è pensabile affrontare da soli l'analisi dei dati, sarebbe del tutto ingestibile. 

In un recente articolo sul suo blog Cisco, Tim Stack afferma che ci vorrebbe una vita intera per analizzare manualmente i dati generati da un singolo sensore della linea di montaggio.

La McKinsey condivide le previsioni di Gartner sulla perdita/creazione di posti di lavoro: gli aspetti che suscitano entusiasmo superano quelli che destano preoccupazioni.

Nel report What’s now and next in analytics, AI and automation, la società di consulenza ha evidenziato le opportunità che si aprono per le aziende e l'economia in generale usando analisi dei dati, intelligenza artificiale, automazione e innovazione digitale.

"L'intelligenza artificiale e l'automazione possono favorire la crescita della produttività e offrire molti benefici, non solo per le aziende ma per l'economia in generale. A livello macroeconomico, in base agli scenari elaborati, stimiamo che l'automazione da sola possa far crescere la produttività dello 0,8% – 1,4% all'anno su scala mondiale", dichiara la McKinsey.

Se i dipendenti hanno ancora paura o nutrono dubbi e incertezze a riguardo non è del tutto chiaro. In un recente sondaggio, molti sembrano accogliere favorevolmente l'idea di ricevere ordini da una macchina.

Rimangono tuttavia alcuni ostacoli di cui le piccole e medie imprese devono essere consapevoli se vogliono trarre dall'intelligenza artificiale il massimo giovamento. Secondo le previsioni Gartner, fino al 2022 la maggior parte dei progetti di intelligenza artificiale (l'85%) non darà i risultati sperati. Le cause sono da ricercare nella distorsione dei dati, in errori algoritmici o semplicemente nelle lacune dei responsabili che li gestiscono.

"I dati sono il motore dell'intelligenza artificiale. Le aziende devono prepararsi ora ad archiviare e gestire gli elevati volumi di dati dei progetti IA", afferma Jim Hare, vicepresidente della ricerca alla Gartner.

"Affidarsi per lo più a fornitori esterni non è una soluzione sostenibile nel lungo periodo. I primi progetti di intelligenza artificiale curati da esperti esterni devono costituire per i dipendenti un'occasione di apprendimento. Si creeranno così all'interno dell'azienda le competenze necessarie per passare a progetti più grandi".

Il report McKinsey offre ulteriori spunti di riflessione sul futuro dell'IA per le aziende.

"Non illudiamoci, siamo già di fronte alla nuova frontiera digitale e si chiama intelligenza artificiale. Mentre alcune aziende si stanno ancora riprendendo dalle rivoluzioni digitali passate, ecco delinearsi all'orizzonte una del tutta nuova", si legge nel report How to make AI work for your business. "Siamo ancora agli inizi. Abbiamo tempo per trasformare l'IA in un vantaggio competitivo."

Forse l'IA non è così utilizzato nelle aziende come farebbe pensare il clamore che lo circonda, ma sono stati fatti molti passi in avanti. Come sottolineato nel report Transforming Businesses with Artificial Intelligence, la BMW ha adottato l'intelligenza artificiale in ben due settori di attività. Negli impianti di Lipsia dell'azienda automobilistica tedesca, operai e robot leggeri lavorano fianco a fianco. Inoltre, l'IA supporta lo sviluppo di veicoli senza conducenti con l'obiettivo di raggiungere il livello 5 di autonomia entro il 2021.

Forse l'IA non è così utilizzato nelle aziende come farebbe pensare il clamore che lo circonda. Ma quello che promette è reale e riconosciuto da clienti finali e fornitori, come dimostra l'investimento Cisco di 100 milioni di USD in una collaborazione con l'University College London (UCL). Le intenzioni sono dare vita al centro di ricerca AI più grande al mondo.

Gli spunti di riflessione per le PMI sono davvero tanti. Adottare tecnologie avanzate come l'intelligenza artificiale pone pochi rischi e ha molto da offrire.

"Per le piccole aziende, dedicare tutte le energie all'efficienza operativa è il modo migliore per rimanere in salute e crescere", continua Cisco nel blog Tech Connection.

"Le piccole aziende che adottano tecnologie all'avanguardia come l'intelligenza artificiale, l'IoT, le reti wireless e intelligenti e l'analisi dei dati sono pronte per il successo, nel 2018 e in futuro. È tempo di trasformare la crescita futura."

Scopri di più su come trasformare l'azienda con l'intelligenza artificiale e battere la concorrenza.

 

Articolo precedente
5 suggerimenti per affrontare la mancanza di skills quando le ricerche di personale falliscono
5 suggerimenti per affrontare la mancanza di skills quando le ricerche di personale falliscono

La carenza di competenze e risorse specializzate è una delle più grandi sfide per i team IT delle PMI. Ma, ...

Prossimo Articolo
Vuoi promuovere un'efficienza 10 volte superiore nella tua piccola impresa? Gli strumenti di collaborazione sono la risposta
Vuoi promuovere un'efficienza 10 volte superiore nella tua piccola impresa? Gli strumenti di collaborazione sono la risposta