Le PMI e i diversi cloud

November 19, 2018 Kostas Roungeris

Data la crescente diffusione del cloud computing a cui si è assistito nell'ultimo decennio, probabilmente anche tu, nel tuo ruolo di leader di una PMI, hai preso in considerazione il cloud come soluzione per l'IT o l'azienda. Per i suoi forti legami con la trasformazione digitale, il cloud computing è generalmente visto come un'iniziativa appropriata per le grandi aziende,

Ma non è necessariamente così.

In realtà, le PMI si trovano in una posizione privilegiata per l'adozione dei servizi cloud e in effetti probabilmente già lo fanno, in un modo o nell'altro. Inoltre, anche se spesso (erroneamente) il cloud viene definito come una "risorsa di elaborazione scalabile, flessibile e conveniente", in realtà è molto più di questo. Il cloud non è un "prodotto" di per sé o una soluzione che da sola risponde a tutte le esigenze insieme, infatti non esiste "il Cloud", ma esistono diversi cloud, interconnessi fra loro.

Prima di entrare nei dettagli è utile chiarire alcune cose.

Le PMI non sono tutte uguali

Il segmento delle PMI rappresenta circa il 95% delle aziende del mondo. Il numero dei dipendenti non incide molto sui requisiti IT di una PMI o sul suo approccio al cloud. Tuttavia, è importante tenere presente che le esigenze IT delle PMI possono essere molto diverse, a seconda del settore verticale a cui appartengono. Un'azienda che si occupa di gestione risorse, ad esempio, avrà requisiti di cloud diversi da un'azienda manifatturiera.

Le reti producono valore aziendale

Oggi tutte le aziende operano online. Di certo molte funzioni di un'azienda non devono necessariamente essere online, ma dalle interazioni all'interno delle "reti" deriva valore aziendale, non solo dalla connessione di aree dell'azienda, ma anche dalle connessioni con l'esterno.

Queste reti possono essere piccole come un ufficio di poche persone dotato di linea DSL o comprendere numerose filiali e uno o più data center collegati tramite una soluzione dedicata.

Inoltre, proprio come in qualsiasi servizio Internet o per la connettività, ci sono opzioni a valore aggiunto che ti semplificano le cose: dai servizi gestiti (o "gestiti tramite cloud") con funzionalità centralizzate alle reti virtuali private, le soluzioni SD-WAN, le reti resilienti con failover e visibilità per le analisi.

Potrebbe non essere evidente, ma l'esternalizzazione di servizi di connettività che offrono controllo centralizzato, dashboard e sicurezza integrata è uno scenario molto appropriato per l'utilizzo del cloud.

E il software?

Dopo la rete, il software è probabilmente l'altro elemento più importante. Oggi c'è sempre da qualche parte un provider SaaS di nicchia che offre funzionalità perfette per il tuo settore verticale.

Se l'azienda è agli inizi, non andrà ad acquistare software e installare Office o a configurare un server di posta elettronica interno, utilizzerà semplicemente i servizi cloud dei fornitori SaaS giusti sui diversi dispositivi dei dipendenti.

Per le aziende più grandi, che dispongono già di numerose app di produttività create internamente o di un contratto con un fornitore, le considerazioni economiche riguardanti il cloud, in termini di spese operative e investimenti di capitale, nonché le dipendenze esistenti contribuiscono a determinare il giusto punto d'intervento. Le aziende più piccole hanno il vantaggio di non avere molta tecnologia legacy da sostituire o integrare.

Se la tua azienda è B2C o B2B e dispone di app rivolte ai clienti o ai partner, avrai più probabilità di beneficiare della scalabilità e flessibilità, come farebbe una grande azienda con l'hosting su cloud pubblico. Forse un po' meno a causa delle minori "economie di scala", ma chi nel 2018 ospita applicazioni rivolte verso l'esterno su un'infrastruttura non elastica e non scalabile?

Il cloud è una piattaforma

Se hai bisogno di sviluppare, adattare e mantenere le tue applicazioni, potresti voler utilizzare IaaS o PaaS su un cloud pubblico, come AWS, Google, IBM o Azure, oppure mantenere l'elaborazione delle risorse in un data center, tuo o in hosting con un partner.

In base al settore verticale a cui appartiene la tua azienda, tale risorsa di elaborazione potrebbero essere un requisito essenziale per proteggere i dati sensibili archiviati. E qui è dove il cloud diventa interessante. È questo che trascina il mercato al momento: la capacità di sfruttare gli strumenti della piattaforma e i microservizi del cloud pubblico (PaaS) come ambiente standalone o come estensione del proprio ambiente per creare o estendere le funzionalità. Pensa all'intelligenza artificiale, al machine learning o alle agili ed eleganti funzionalità di sviluppo per dispositivi mobili.

Proprio come qualsiasi altro utente, i tuoi sviluppatori (e tutti coloro che devono accedere alle risorse del cloud pubblico) hanno bisogno di sicurezza e accesso. Esiste un'ampia gamma di soluzioni "molto cloudy" che puoi distribuire le quali consentono di monitorare e gestire le applicazioni da una posizione all'altra, ad esempio dal tuo data center a un cloud pubblico.

Nessuno vuole occuparsi dell'IT (e le PMI non sono diverse)

Come qualsiasi azienda, e soprattutto se non disponi di personale IT interno, puoi esternalizzare la gestione dell'IT in tutte le aree indicate sopra per mantenere basse le spese generali. Ed ecco perché diciamo: "cloud = esternalizzazione, quindi cloud = indicato per le PMI".

Sono finiti i giorni in cui ogni azienda deve avere un proprio server da mantenere e da riparare in caso di guasti: lasciando tutto questo agli esperti dei fornitori di tecnologia, il personale può concentrarsi sui progetti con maggiore valore strategico.

Un ottimo esempio di questo, oltre alla connettività, è la sicurezza. La sicurezza gestita tramite cloud, che non solo elimina l'impegno di dover mantenere la soluzione, ma protegge anche tutte le risorse in tutti gli ambienti in cui si opera.

Probabilmente non sarai preso di mira dagli hacker di qualche Paese lontano, ma poiché tu e i tuoi utenti probabilmente siete già su cloud diversi, anche la sicurezza deve risiedere nel cloud.

Nella maggior parte dei casi la sicurezza verrà integrata in tutte le aree che abbiamo citato, ad esempio, SD-WAN e le soluzioni Wi-Fi gestite tramite cloud, o sarà integrata dal fornitore di cloud pubblico nelle offerte IaaS, PaaS e SaaS. Tuttavia, la strada da seguire è quella di considerare più utenti, dispositivi, dati e applicazioni (e tutti i cloud su cui questi operano).

Di conseguenza, proprio come qualsiasi altra azienda, le PMI devono pensare a soluzioni che "seguono" e proteggono gli utenti, i dispositivi, i dati e le applicazioni, ovunque si trovino.

Scopri di più sui potenziali vantaggi che il cloud computing può avere per la tua azienda con le soluzioni cloud per piccole e medie imprese di Cisco.

L'adozione del cloud computing è solo una parte della soluzione: scopri di più nella pagina sulle risorse di produttività per PMI di Cisco.

Circa l'autore

Kostas Roungeris

"Constantine" is a member of the Cisco Cloud corporate team, big fan of all things Cloud Computing and all the different meanings that everyone has for it. His professional experience has been always focused on the paradigm, via various product and business development positions. Born and raised Athenian, keen footballer, avid snowboarder and slope explorer; vinyl collector and piano/guitar enthusiast, hopeless wannabe band frontman; pretentious cinephile and road-tripper. You can also follow Kostas on the Cisco global Cloud and UK&I Blog.

More Content by Kostas Roungeris
Articolo precedente
4 motivi per cui il Wi-Fi non funziona e come porvi rimedio
4 motivi per cui il Wi-Fi non funziona e come porvi rimedio

Una rete affidabile e veloce è la chiave per essere produttivi e integrare in modo sinergico i processi ope...

Prossimo Articolo
La tua rete aziendale è pronta per la trasformazione digitale?
La tua rete aziendale è pronta per la trasformazione digitale?